NUVOLE ETEROTOPICHE

Eterotopia: Fenomeno per cui si originano stimoli di attività funzionale in sede diversa dalla             normalità (Devoto-Oli, Dizionario della lingua italiana)

“Ci sono dunque paesi senza luogo e storie senza cronologia; città, pianeti, continenti, universi, di cui sarebbe impossibile trovare traccia in qualche carta geografica o in qualche cielo, semplicemente perché non appartengono a nessuno spazio. Probabilmente queste città, questi continenti, questi pianeti sono nati, come si suol dire, nella testa degli uomini o, a dire il vero, negli interstizi delle loro parole, nello spessore dei loro racconti o anche nel luogo senza luogo dei loro sogni, nel vuoto dei loro cuori”.

(Michel Foucault, Utopie Eterotopie, Edizioni Cronopio, Napoli, 2006, pag.11)

È possibile essere Sè e altro da Sè contemporaneamente? Può un luogo con una connotazione ben precisa diventare altro, svolgere un’attività funzionale differente rispetto alla quale è stato prestabilito, per poter Essere, anche solo per un breve periodo, una “nuvola eterotopica”?

Da sempre Studio10 ha cercato di scrutare ed indagare fra i vari interstizi del contemporaneo. Grazie agli artisti che negli anni si sono susseguiti ha scandagliato i fondali più oscuri di quel presente metamorfico che rimescola culture e continue evoluzioni quotidiane dove tutto è in perenne ridiscussione.

Questa proposta espositiva parte dal presupposto di costruire in Studio10 un’installazione comune con l’intento di creare una “Social Temporany House” affinché le stanze della galleria cessino, anche solo per il tempo della mostra, di essere un luogo espositivo, dove i fruitori vengono ad osservare, per diventare un luogo dove depositare, un luogo per sostare-stare-dare.

Gli artisti di Nuvole Eterotopiche hanno contribuito a questa ri-costruzione abitativa e abitabile prestando una parte della propria vita privata alla collettività. I mobili, infatti, appartengono alle loro abitazioni, ai ricordi di famiglia, alle storie mai passate alle quali ancora, ogni tanto, ci si aggrappa. Il risultato è una casa eterogenea dove la pluralità formale si rispecchia in quella esistenziale; una casa multanime, una casa parlante in grado di raccontare a chi ne avrà la voglia e il coraggio di viverla, tutte quelle tracce che il tempo e l’utilizzo hanno causato su quegli arredamenti, di mostrarci la realtà con la realtà.

Ed è proprio da questa presa dal reale che Nuvole Eterotopiche si collega al grande evento in Arca Gli anni sessanta nelle Collezioni Guggenheim. Oltre l’Informale verso la Pop Art.

Le indagini sociali iniziate dalla Pop Arte degli anni sessanta sono qui riadattate al fare e al sentire contemporaneo.

Questa wunderhaus è POPolare per la sua stessa essenza. L’allestimento non è un insieme di Objet Trouvé, ma una singola opera collettiva per la collettività dalla collettività, composta da mobili e piccole opere che silenziosamente si mescolano e si nascondono fra l’arredamento. L’aspetto eterotopico si rivela nella disfunzione, o meglio, nella funzione altra, delle stanze che costituiscono Studio10. Qui non sono le creazioni artistiche ad essere ospitate ed esposte ai visitatori, ma è lo stesso luogo che arredato e corredato da piccole opere si presenta come casa, come luogo del dialogo, per poter finalmente Essere. Così come una nuvola Studio 10 subirà l’influsso del tempo, delle correnti che ne modificheranno l’assetto e la sua forma volubile e plastica, ridefinendolo, di giorno in giorno, a seconda di chi vivrà questo magico e sperimentale luogo. E poi ancora.    Fermarsi. Sostare. Respirare. Abitare l’intimità traslata in un luogo altro. Parlare. Depositare. Lasciare una parte del proprio vissuto affinché possa diventare anche quello di qualcun altro; rompere il silenzio del mio per ascoltare i possibili suoni del nostro.

Una Nuvola è una nuvola e una nuvola è una Nuvola.

Studio 10 è una Galleria e una Galleria è anche, e soprattutto, una Casa Sociale Con-temporanea dell’Arte.

 

Diego Pasqualin per StudioDieci

Ennio Bertrand | Laura Brambilla | Orietta Brombin | Adriano Campisi | Carla Crosio | Fannidada | Roberta Fanti | Eliana Frontini | Federica Ferzoco | Salvatore Giò Gagliano | Roberto Gianinetti | Chiara Giorgetti | Margherita Labbe | Margherita Levo Rosemberg | Diego Pasqualin | Marco Pedrana | Anna Prestigiacomo | Fiorenzo Rosso | Claudio Rotta Loria | Ornella Rovera | Valter Luca Signorile | Erica Tamborini | Tea Taramino