CAMMINANTE

CAMMINANTE-fronte

C A M M I N A N T E
a cura di Diego PASQUALIN 
10 | 26 novembre 2017
StudioDieci | notforprofit | citygallery.vc
Piazzetta Pugliesi Levi 9 | 13100 Vercelli
Inaugurazione 10 novembre ore 18:00
Venerdì | sabato | domenica    17:00 | 19:00
I nomadi non hanno storia, hanno solo geografia
(Gilles Deleuze)
Guardo l’orizzonte mentre il sole e spesso anche la luna, guidano le mie traiettorie. Osservo il mondo circostante cambiare e divenire, addormentarsi nei mesi freddi e mostrarsi sotto nuove vesti in quelli caldi. Persefone mi è amica in questo andirivieni, in quel vagare stagionale che segna il tempo e la vita. CAMMINANTE è colui che non vuol veder rinascere due volte lo stesso prato, per la cultura Sinti è colui che è destinato a peregrinare di luogo in luogo. 
Questo progetto, pensato e promosso da StudioDieci | not for profit | citygallery.vc, colloca gli artisti nella posizione di CAMMINANTE CULTURALI, in quanto in continua ricerca e mai stabili nel loro eterno tormento creativo. Ogni opera esposta è frutto di studio e di incontri, di attimi e di geografie che, sommate tra di loro, portano ad un sempre nuovo sguardo sul mondo, ad un’analisi sensibile e critica delle realtà. Uno sguardo sulla società e sul tempo che costituisce e concede la vita. 
Diego PASQUALIN per StudioDieci
Laurentiu CRAIOVEANU | Piero CRIDA | Carla CROSIO | Luce DELHOVE | Salvatore Giò GAGLIANO | Antonella GERBI | Margherita LEVO ROSENBERG | Mirko MAZZETTO | Marco PEDRANA | Barbara PIETRASANTA | Claudia Herminia SECCHI | Erica TAMBORINI | Sara TESTA | Simone VEGRO | Gabriele ZAGO

dacosaRInascecosa

dacosaRInascecosa | invito

dacosaRInascecosa | invito

 

dacosaRInascecosa a cura di StudioDieci inaugurazione 20 febbraio 2015 ore 18:00   20 febbraio | 8 marzo venerdì | domenica 16:30 | 19:00

Il primo evento per aprire la nuova stagione 2015 e inaugurare i nuovi locali. Dopo quarantatré anni di attività culturale NO PROFIT nella storica sede in via Galileo Ferraris. StudioDieci si sposta ed amplia i propri spazi per poter offrire alla città di Vercelli e agli amanti dell’arte, mostre mirate ad analizzare il fare e il sentire del mondo contemporaneo. DacosaRinascecosa è una collettiva di artisti e opere scelte che ci hanno accompagnato nei precedenti eventi, un backup d’aggiornamento della nostra banca dati prima di tornare alle continue metamorfosi che accomunano l’arte all’animo umano.

Giovanni BONARDI | Orietta BROMBIN | Carla CROSIO | FANNIDADA | Roberta FANTI | Federica FERZOCO | Daniela FONTANESI | Eliana FRONTINI | Silvia FUBINI | Salvatore Giò GAGLIANO | Matteo GIAMMARINARO | Roberto GIANINETTI | Chiara GIORGETTI | Robert GLIGOROV | Margherita LABBE | Margherita LEVO ROSENBERG | Laura MAZZERI | Diego PASQUALIN | Marco PEDRANA | Emanuela PENSOTTI | Marco PORTA | Anna PRESTIGIACOMO | Ornella ROVERA | Fiorenzo ROSSO | Claudio ROTA LORIA | Valter Luca SIGNORILE | Erica TAMBORINI | Tea TARAMINO | Matteo TASCINI | Vittorio TONON | Laura VALLE | Beatrice VECCHIO

M E N O 3 0

“[…] la nostra conoscenza del microcosmo – cioè del corpo umano – ci rivela la struttura dell’universo e ci guida verso il nostro Creatore; così, più noi sappiamo dell’universo, più impariamo su noi stessi”.
(Mircea Eliade, Il mito dell’alchimia)

Attraversare il buio per comprendere la luce, per dare un senso alla luce e percepirne le innumerevoli variazioni. ESERCITAZIONI PER UN ALTRO VEDERE di Erica TAMBORINI ci permette, attraverso l’utilizzo di radiografie, riconducibili in qualche modo a Madame Curie, e ai negativi fotografici, richiamanti latamente il sand-casting di Costantino Nivola, di delineare una paradossale autobiografia per immagini in cui, alchemicamente, tutto subisce una mutazione trasfigurante e una paradossale migrazione percettiva. Il senso di ciò, non senza sensualità sadiana, parrebbe suscitare una rappresentazione simbolica che può essere anche altro; altro rispetto all’apparenza visibile che si va manifestando. L’intenzione progettuale e lo slancio emozionale dell’artista si fondono in una sorta di emblematica narrazione lirica. Ma una narrazione lirica entro cui sembra affiorare pallidamente il lume vibrante di un sussulto, quasi di una elegiaca nostalgia per i segreti della vita testé violati e resi visibili. L’agrodolce di un sommesso memento mori non fa in tempo a manifestarsi che viene debellato dal sorriso vuoto dei santoni mongoli che, vaticinando, fanno danzare le ossa umane.
Questa giovane artista svolge da tempo una ricerca che coniuga scultura a installazione e a performance forse con l’intento di restituirci, caso per caso, qualcosa di sé e al tempo stesso per rendere manifesta la magica poesia dell’arte che riesce a far diventare visibile e perciò descrivibile l’indicibile.
In questo Erica Tamborini può dirsi una delle figure emergenti a livello internazionale della nuova generazione degli artisti contemporanei under30.

M E N O 3 0
Diego PASQUALIN per STUDIODIECI

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

foto di Alessia TRIPODI per Studiodieci

doppia inaugurazione: CATASTROFE’ | M E N O 3 0

Inaugurazione Venerdì 7 Novembre 2014 alle ore 18:00

 

KATASTROFE’. La crisi e le sue forme

a cura di Roberto MASTROIANNI

Carla CROSIO | Futuro Anteriore

Fiorenzo ROSSO | Spazi per l’immaginario

 

M E N O 3 0

a cura di Diego PASQUALIN

Erica TAMBORINI | Esercitazioni per un altro vedere

 

Studiodieci|not for profit|citygallery.vc

Via Galileo Ferraris, 98 – 13100 Vercelli